Porto Cervo
Porto Cervo Info

Discoteche e Locali

locali.jpg
Tutti i locali e le discoteche più in,  all'insegna del divertimento e della buona cucina...              
Clicca qui

Barche in Costa 

In Costa Smeralda, la nautica ha la sua massima espressione... Continua...

 La Sartiglia

Da Oristano una delle feste più caratteristiche della Sardegna.

Clicca qui.

Archeologia

Tutte le bellezze archeologiche della Gallura, gli itinerari. 

Clicca qui 

 Natura

Splendida e incontaminata, la ricchezza dell'isola

clicca qui.

Porto Cervo
spiagge-porto-cervo.jpg
Visite

   visitatori

   visitatori online

Benvenuto in Porto Cervo

         PER LA PUBBLICITA' SU QUESTO PORTALE

                        info@portocervoonline.it

 

 PortoCervo: Capitale indiscussa della Costa Smeralda, nata per intuizione e genialità del Principe L'Aga Khan. Il suo porto è uno dei più grandi e apprezzati del mediterraneo.........(continua)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Località di interesse nelle vicinanze:
 

Poltu Quatu: Poltu Quatu, tradotto dal sardo (Porto Nascosto) una delle perle delle Costa Smeralda, incastonato tra rocce granitiche e macchia mediterranea .........(continua)

Porto Rotondo: Porto Rotondo si trova a 18 km. Da Olbia. Sorge sul promontorio di Monte Ladu e Punta Volpe e divide due importanti Golfi, quello di Cugnana e il Golfo di ........(continua)


 

Arzachena: Una cittadina caratteristica ormai molto conosciuta per la presenza sul suo territorio di alcuni fra i più ricercati luoghi di villeggiatura del mondo. Inoltre il patrimonio archeologico di Arzachena.........(continua)

Isole nell'isola

Porti e Approdi

Tante piccole isole che rendono la Sardegna ancora più bella.

Clicca qui

Porti e approdi della costa di nord est: latitudine e longitudine. Clicca qui.

Foto Sub

Windsurf

Un "tuffo virtuale" in uno dei mari più belli d' Italia.

Clicca qui.

Gli amanti del surf in Sardegna trovano il loro migliore alleato, il vento, elemento essenziale clicca qui




Powered by







"Il sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali.
Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001."
Autore del sito: Web Italia
e-mail:
webitalia@olbiaweb.it
Web Italia Olbia P.IVA 01900030907.
Sito in hosting su Aruba.it

 
Le 3 ultime news

Queste news sono disponibili nel formato standard RSS per la pubblicazione nel tuo sito.
http://www.portocervoonline.it/data/newsit.xml


Tuesday, April 15, 2014 2014: Quinta edizione de Les Voiles de Saint Barth - da porto cervo online 16/04/2014 @ 09:16


- 70 barche, 1000 navigatori, più di venti nazionalità 
- Mini Maxis, IRC 52, … W lo sport! 
- Una serata di Gala in favore dell’istituto del cervello e del midollo sp


I settanta equipaggi de Les Voiles de Saint Barth hanno finito di iscriversi: la settimana di regate è incominciata!

In solo quatto anni di esistenza, Les Voiles de Saint Barth hanno già sedotto i più talentuosi marinai mondiali. I due ambasciatori dell’evento, Jean Todt ed il Professore Gérard Saillant, rispettivamente vice presidente e presidente dell’istituto del cervello e del midollo spinale, hanno introdotto una nuova dimensione umanitaria all’evento.

In effetti, gli organizzatori hanno deciso di offrire una certa visibilità ed uno spazio di promozione eccezionale a questa fondazione internazionale, durante tutta la durata delle regate con, più in particolare, una serata di Gala domani mercoledì 16 aprile: sponsors, armatori, velisti, politici e leader economici dell’isola di Saint Barthélemy saranno presenti a questo fantastico evento.

Voiles de Saint Barth: indimenticabili
Un colpo d’occhio alla lista degli iscritti rivela immediatamente la spettacolare ascensione dell’evento: la flotta è sempre più ricca di professionisti e coerente a livello velistico. Degli specialisti dell’America’s Cup come Terry Hutchinson, Craig Monk, John Cutler (Bella Mente), Andrew Henderson (Caol Ila R), Peter Isler (Rambler)… si confronteranno con dei grandi navigatori della Volvo Ocean Race (Mike Sanderson o Brad Marsh) e degli specialisti delle transatlantiche (Cam Lewis, Manu Le Borgne…) e del Vendée Globe (Bertrand de Broc). Venuti da una ventina di nazioni, queste centinaia di marinai garantiscono a Les Voiles de Saint Barth delle sfide e degli scambi di conoscenze e di esperienze. Tra gli Italiani possiamo citare Michele Cannoni, specialista dell’America’s Cup, Andrea Scarabeilli, unico skipper italiano che ha partecipato alla celebre Sidney-Hobart o ancora Andrea Visintini, specialista dei TP52 e dei MiniMaxis.

Maxi Yachts, IRC 5, catamarani, trimarani: la flotta di questa edizione Voiles de Saint-Barth 2014 offre un formidabile panorama di ciò che si fa di meglio in materia di architettura navale contemporanea. Leggeri, potenti, sobri, i Mini Maxis Bella Mente o Caol Ila R troveranno una ragione di più per confrontarsi a Rambler, il 90 piedi di Reichel Pugh costruito per i grandi records: dimostrare dunque che il concetto Minimaxis è azzeccato.

Se l’IRC 52 Balearia creato nel 2005 sotto il nome di Bigamist rischia di soffrire di fronte a delle barche più recenti, come per esempio Near Miss ed il suo prestigioso timoniere polonese Karol Jablonski, potrà confrontarsi senza alcun complesso a delle barche pilotate da equipaggi sperimentati come quello di Afonso Domingos e di Rui Ramada Barros. Tra le numerose novità di quest’anno possiamo citare nel gruppo degli IRC 52 Robert Date ed il suo Reichel Pugh Scarlett Runner: Saint Barthélemy è una delle tappe di un fantastico giro del mondo incominciato dall’Australiano in luglio scorso a Melbourne.

W lo sport
"W lo sport” è lo slogan che regna da due giorni qui a Saint Barth. I protagonisti di questa quinta edizione sono pronti per ingaggiarsi nella prova con il più grande professionalissimo. Il fatto che molte barche siano concepite esclusivamente per la prodezza e la velocità è pure molto espressiva: il professionalissimo è fondamentale e molti equipaggi non vengono qua solo per divertirsi ma per vincere.

Un grande gala in favore dell’istituto del cervello e del midollo spinale
Mercoledi’ 16 aprile una grande serata di Gala è prevista all’Eden Rock. Il professore Gérard Saillant ed il presidente della collettività Bruno Magras dirigeranno la serata. Un’asta di beneficienza sarà organizzata durante questa serata. Gli sponsors e gli abitanti dell’isola si sono dimostrati entusiasti ed hanno proposto numerosi oggetti di lusso da mettere in vendita.

François Tolède, organizzatore delle Voiles de Saint Barth
"W lo sport! Che ciascuno (membro di un team, skipper o proprietario) trovi a Saint Barth cio’ che è venuto a cercare : piacere in mare, a terra, convivialità, amicizia… Che questa quinta edizione sia in linea con la prima edizione, nel 2010”.

L’Istituto del Cervello e del midollo spinale
Creato a Parigi grazie ai professori Gérard Saillant, Yves Agid et Olivier Lyon-Caen, l’istituto del cervello e del midollo spinale è la concretizzazione di un nuovo modello di ricerca nell’ambito delle neuro-scienze. Installato all’ospedale della Pitié-Salpêtrière, questo istituto internazionale di ricerca di 22000 m2, unico nel suo genere. Istituzioni politiche, imprese e donatori si tengono per mano e permettono ai malati, i medici ed ai ricercatori migliori del mondo di lavorare insieme per trovare delle soluzioni alle malattie del sistema nervoso.

Andrea Visentini
«Sono di Trieste, in Italia dove vivo ma facendo questo tipo di mestiere non passo molto tempo a casa… Sono diventato un professionista più di dieci anni fa, ho navigato su vari circuiti: TP52 sulla Audi MedCup, attualmente navigo sui MiniMaxis, su Shockwave. A bordo di questa barca sono il solo Italiano. Culturalmente sento una certa differenza : nella culture anglosassone c’è più rispetto del lavoro. Si tratta di un altro approccio. Nell’equipaggio di Selen ci sono moli Americani, Australiani, Neozelandesi. Siamo come una grande famiglia e ci ritroviamo tutti insieme su dei grandi eventi, come le Voiles de Saint Barth”

Official Website: www.lesvoilesdesaitbarth.com 

.../...


Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous - da porto cervo online 24/03/2014 @ 09:36

Nilaya, Freya e Moonbird sono i vincitori della

Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous

 

Virgin Gorda, Isole Vergini Britanniche, 23 Marzo 2014. Dopo tre giornate di regate in condizioni perfette nell'incantevole cornice caraibica, Nilaya (Divisione A), Freya (Divisione B) e Moonbird (Divisione C) sono stati incoronati vincitori, nelle rispettive categorie, della quarta edizione della Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous.

 

Il secondo posto nella Divisione A è andato al J-Class Rainbow, che ha chiuso a pari punti col terzo classificato Ohana, sloop di 50 metri uscito dal cantiere Fitzroy. Sul podio della Divisione B, insieme a Freya, il ketch di 57,5 metri Twizzle, arrivato davanti al ketch di 55 metri del cantiere Vitters, Marie. Nella Divisione C ha ottenuto la medaglia d'argento lo sloop Sarafin, il 31 metri progettato da Dubois, arrivato dietro al vincitore Moonbird solo di un punto; mentre al terzo posto si è piazzato Tempus Fugit, il 27,4 metri costruito da Arkin Pruva. Il trofeo Boat International Media è stato assegnato a Nilaya, uscito dalla matita di Reichel-Pugh e costruito da Baltic Yachts.

 

Il Comitato di Regata dello YCCS ha scelto per questa terza e ultima regata, che si è svolta ieri 22 marzo, un percorso che ha visto la flotta navigare da Necker Island in direzione ovest a girare i Dog Islands, per poi tornare indietro a Necker prima di tagliare il traguardo.

 

Il 40 metri Rainbow charterizzato da Pier Luigi Loro Piana, con a bordo Francesco De Angelis e Brad Butterworth, è stato il vincitore di giornata nella Divisione A, concedendo a Nilaya il secondo posto. Quest'ultimo, però, grazie alle due vittorie nelle regate precedenti ha trionfato nella classifica finale.

 

Filip Balcaen, armatore di Nilaya, è stato molto soddisfatto del risultato, nonostante alcune difficoltà nell'ultima regata di ieri: "E' un posto meraviglioso per regatare, venti perfetti, sana competizione e barche stupende. Ci siamo veramente divertiti anche se l'ultima regata non è stata affatto buona per noi. Abbiamo avuto un grosso problema alla boa di bolina, quindi nell'andatura di poppa non siamo riusciti a issare il nostro codice zero. Comunque, la cosa buona è che abbiamo perso solo tre minuti e abbiamo chiuso la regata al secondo posto aggiudicandoci la vittoria finale nella Divisione."

 

Nella Divisione B, lo Swan 90 Freya, disegnato da Frers, ha ottenuto ieri la seconda vittoria di giornata, che sommata ad un secondo posto nella regata precedente, gli ha valso il trionfo. Secondo posto nella regata di ieri e nella classifica finale per Twizzle.

 

L'armatore Don Macpherson si è detto entusiasta della vittoria di Freya: "Non potrei essere più felice. L'edizione scorsa eravamo qui e siamo arrivati ultimi! Durante quest'anno abbiamo lavorato duramente e questa vittoria ci ripaga immensamente, siamo molto contenti. L'equipaggio si è dimostrato molto affiatato, abbiamo mantenuto lo stesso team e devo togliermi il cappello davanti al nostro tattico Mike Toppa che ci è stato di enorme aiuto."

 

Seconda vittoria ieri anche per il 37 metri Moonbird, lo sloop del cantiere Fitzroy Yachts disegnato da Ed Dubois, che ha partecipato in prima persona alla regata a bordo dello yacht. Il 31 metri Sarafin si è dovuto accontentare del secondo posto sia nella giornata di ieri che nella classifica finale della Divisione C.

 

L'armatore di Moonbird ha apprezzato tutto dell'evento: "Innanzitutto vorrei ringraziare tutto lo staff per aver organizzato un evento così bello e per aver riunito un gruppo eccezionale di superyacht. Abbiamo regatato in un clima amichevole, ma molto professionale, quindi mi sono davvero divertito. È stato fantastico. E poi mare piatto e 15-20 nodi di vento, condizioni ideali per la maggior parte di noi."

 

I tre vincitori di ogni divisione sono stati premiati, durante la cerimonia conclusiva, da Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS, Pier Luigi Loro Piana, Roberto Kerloc, Vice Presidente del Consiglio Direttivo dello YCCS, e Tony Harris di Boat International Media.

 

Il Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo, durante la cerimonia ha espresso la sua soddisfazione per la settimana trascorsa: "Ogni anno pensiamo che quest'evento non possa riuscire meglio, ma sono felice di constatare che ogni anno ci sbagliamo! Sono onorato di aver ricevuto tantissimi complimenti dagli armatori e dagli equipaggi in banchina. L'eccellente organizzazione, le condizioni di regata perfette e il superbo programma sociale hanno reso questa settimana indimenticabile per tutti. Oltre al nostro sponsor Loro Piana, voglio ringraziare la direzione e lo staff dello YCCS, il cui duro lavoro contribuisce a fare di Virgin Gorda, insieme a Porto Cervo, uno dei migliori campi di regata al mondo. Non vedo l'ora di rivedervi tutti a giugno in Sardegna, per l'edizione mediterranea della manifestazione."

 

Pier Luigi Loro Piana è stato ugualmente contento della riuscita dell'evento: "E' stato un evento fantastico, tempo e mare perfetti per regatare. È un piacere, come sponsor, veder crescere quest'evento di anno in anno. Ci sono sempre più barche e più persone partecipanti, e il livello tecnico è veramente alto. I miei complimenti e il mio ringraziamento più sentito vanno a tutti i velisti, veri protagonisti della regata."

 

La Loro Piana Superyacht Regatta sarà organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda a Porto Cervo dal 3 al 7 giugno.

.../...


Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous - da porto cervo online 22/03/2014 @ 09:15

Nilaya, Freya e Tempus Fugit al comando dopo la prima giornata di

Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous

 

Virgin Gorda, Isole Vergini Britanniche, 21 Marzo 2014. Ieri, 20 marzo, nel primo dei tre giorni di competizione della Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendevous, i 20 incantevoli superyacht in gara sono stati protagonisti di una regata costiera intorno all'isola. Una leggera brezza da sudest intorno ai 12 nodi, alcuni dei più bei velieri al mondo con a bordo velisti di fama internazionale e le meravigliose acque turchesi dell'arcipelago caraibico hanno regalato una fantastica regata inaugurale. La quarta edizione dell'evento, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con Boat International Media, è in scena dal 19 al 22 marzo presso la sede dello YCCS a Virgin Gorda.

 

Il 34 metri Nilaya, progettato da Reichel-Pugh, si è imposto nella divisione A davanti a Leopard by Robertissima e al 33,4 metri costruito da Vitters, Inoui, rispettivamente secondo e terzo nella classifica provvisoria.

 

Vasco Vascotto, tattico a bordo del supermaxi Leopard by Robertissima, charterizzato per l'occasione da Roberto Tomasini Grinover - assente ieri a causa di una febbre - è stato contento di questo debutto: "Eravamo curiosi perché per il supermaxi è stata la prima regata di questo evento. È stata una giornata con condizioni magnifiche, il giro dell'isola è stato interessante dal punto di vista strategico. Abbiamo avuto l'onore di ospitare a bordo il Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo, e abbiamo ottenuto un buon secondo posto. Siamo soddisfatti, abbiamo manovrato in modo pulito senza correre grossi rischi. Domani speriamo di avere l'armatore a bordo e di migliorare, se possibile, il risultato di oggi."

 

La classifica provvisoria della divisione B - sette barche in totale - è guidata da una triade firmata Nautor's Swan. Il 27 metri Freya, varato a fine 2012 e presente all'evento per il secondo anno consecutivo, si è piazzato primo in tempo corretto davanti allo sloop di 25 metri Alpina. Al terzo posto Selene, il veliero progettato da Frers, vincitore dell'ultima edizione della Rolex Swan Cup Caribbean, tenutasi a Virgin Gorda nel 2013.

 

Tempus Fugit, un progetto ispirato dalle linee classiche della J-Class e appena varato - alla sua prima performance competitiva - guida la classifica provvisoria della divisione C con un vantaggio minimo in tempo corretto. Sarafin, perla dell'architetto navale Dubois, si aggiudica il secondo posto davanti a Moonbird - anche essa un progetto di Dubois, varato nel 2013.

 

Erbil Arkin, al timone di Tempus Fugit, uscito dalla matita di Humphreys, è stato entusiasta della gara inaugurale dello yacht: " Siamo al settimo cielo. Sono davvero felice di essere qui, ho attraversato l'oceano per la prima volta per arrivare qui ed è stato assolutamente meraviglioso. Sono esattamente dove voglio essere, lasciatemelo dire! Barca stupenda e grande designer! Il programma per domani è di continuare così, con lo stesso entusiasmo di oggi."

 

Dopo il cocktail di benvenuto del primo giorno, il fitto programma sociale è proseguito con l'esclusiva cena Loro Piana, riservata agli armatori, presso la Clubhouse dello YCCS e con il Crew Party sponsorizzato dalla Marina Casa di Campo e dal Turismo delle Isole Vergini Britanniche. Stasera festa a bordo piscina al  vicino resort di Oil Nut Bay.

 

Le regate continuano oggi e concludano sabato, 22 marzo. 

.../...


 
Speciali Porto Cervo

  AZIENDE-PULS.jpg

spiagge-attrezzate-porto-cervo.JPG

Calendario Regate


sagre-festa.jpg




Meteo

Cagliari

Sassari
Oristano  Nuoro

Webmaster
Scrivi a porto cervo online  Webmaster
Aggiungi ai preferiti  Preferiti
Segnala questo sito ad un amico  Segnala
Mobile   Mobile
Vacanze in Sardegna?
- Archeologia Arzachena Costa Smeralda - Polo Discoteche e Locali Eventi Porto Cervo Immobiliare Isole nell'isola La Sartiglia Poltu Quatu Porti e approdi Porto Cervo Porto Rotondo Sagre e Feste Spiaggie Traghetti Windsurf
Ricerca




News dagli amici

  Powered by GuppY v4.5.18 © 2004-2005 ~ Distribuito da FreeGuppy.it

Pagina caricata in 0.79 secondo