Porto Cervo
Porto Cervo Info

Discoteche e Locali

locali.jpg
Tutti i locali e le discoteche più in,  all'insegna del divertimento e della buona cucina...              
Clicca qui

Barche in Costa 

In Costa Smeralda, la nautica ha la sua massima espressione... Continua...

 La Sartiglia

Da Oristano una delle feste più caratteristiche della Sardegna.

Clicca qui.

Archeologia

Tutte le bellezze archeologiche della Gallura, gli itinerari. 

Clicca qui 

 Natura

Splendida e incontaminata, la ricchezza dell'isola

clicca qui.

Porto Cervo
spiagge-porto-cervo.jpg
Visite

   visitatori

   visitatori online

News

Queste news sono disponibili nel formato standard RSS per la pubblicazione nel tuo sito.
http://www.portocervoonline.it/data/newsit.xml


CONCLUSA A PORTO CERVO LA 30^ EDIZIONE DELLA MAXI YACHT ROLEX CUP - da porto cervo online 13/09/2019 @ 19:06

CONCLUSA A PORTO CERVO LA 30^ EDIZIONE DELLA MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, 7 settembre 2019. Si è conclusa con un'altra splendida giornata di regate l'edizione numero 30 della Maxi Yacht Rolex Cup che ha visto presenti a Porto Cervo oltre 50 barche. La manifestazione è organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

I vincitori finali delle otto classi in cui è stata suddivisa la flotta sono: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), H2O (Mini Maxi CR), Highland Fling XI (Maxi Racer), Nefertiti (Maxi RC), Velsheda (Super Maxi), Lyra (Wally Class).

Un limpido sole di settembre e un gentile vento di Maestrale tra i 12 e 15 nodi hanno regalato a partecipanti e spettatori un'altra piacevole giornata nel mare della Costa Smeralda e dell'Arcipelago di La Maddalena.

La Wally Class ha svolto due prove a bastone su un campo dedicato, vinte entrambe da Lyra seguita da Galateia, tutte le altre classi hanno regatato su un percorso costiero che prevedeva la circumnavigazione in senso antiorario di La Maddalena e Caprera per fare rientro a Porto Cervo attraverso il passo delle Bisce per un totale di 25.5 miglia. Le sole classi Maxi Racer e Mini Maxi R1 hanno allungato il medesimo percorso a 29 miglia, lasciandosi a sinistra l'isolotto di Barrettinelli di fuori per poi scendere anch'esse nel canale tra Spargi e La Maddalena. In molte classi la classifica finale è cortissima, in ben quattro di esse il vincitore è stato decretato dalla classifica avulsa, essendoci due barche a pari punti, a dimostrazione dell'alto livello agonistico della flotta.
La classifica finale della Mini Maxi Racer 1 vede vincitore Cannonball, che nella prova finale si è limitato a controllare il secondo in classifica generale, Vesper. Terzo posto per Bella Mente, oggi primo a dimostrazione delle potenzialità della nuova barca. Dario Ferrari, armatore e timoniere di Cannonball: "Una vittoria cercata e voluta dopo due secondi posti nelle scorse edizioni, abbiamo vinto in una classe molto competitiva grazie a un gruppo eccezionale, che funziona veramente come... un orologio svizzero!"


In classe Mini Maxi Racer 2 affermazione di SuperNikka davanti a Spectre e Wild Joe. "È stata una settimana eccezionale - ha dichiarato Roberto Lacorte, armatore e timoniere di SuperNikka - ho la fortuna di avere al mio fianco un equipaggio di livello superiore. Ora ci aspetta una nuova sfida, una barca più grande e performante. Chiudere il ciclo di SuperNikka con una nuova vittoria, è il modo migliore per iniziare questa nuova avventura".

Tra i Mini Maxi RC situazione di punteggio in parità, ma vince Flow di Stephen Cucchiaro su Fra' Diavolo di Vincenzo Addessi, grazie alle sue tre vittorie parziali. Terzo posto per Wallyño di Benoit de Froidmont. Situazione di pari punti anche nei Mini Maxi CR, dove H2O del socio YCCS Riccardo De Michele la spunta su Lunz Am Meer grazie alla vittoria nell'ultima giornata. "Siamo felici - ha dichiarato l'armatore timoniere Riccardo De Michele - equipaggio splendido e barca velocissima".

Parità anche tra i velocissimi Maxi Racer, con la vittoria che va ad Highland Fling XI su Rambler grazie al maggior numero di primi posti. In classe Maxi RC la parità tra lo Swan 90 Nefertiti e il SW RP90 All Smoke è stata invece risolta solo dal numero di secondi posti, poiché le due barche vantavano un primo parziale ciascuna. Juan Ball, armatore di Nefertiti: "Siamo sempre stati ottimisti di poter vincere, sono cinque anni che veniamo qui e siamo davvero felici di avercela fatta questa volta, contro avversari così competitivi, non è stato facile perché il primo giorno abbiamo faticato più del previsto." Il J Class Velsheda ha vinto in categoria Super Maxi davanti a Topaz e Viriella, mentre la classifica finale della Wally Class vede Lyra vincitrice davanti a Galateia e Magic Carpet Cubed. Hamish Pepper, tattico di Lyra: "Il team ha fatto un grande lavoro, oggi le condizioni erano complicate ma sono velisti che hanno fatto America's Cup e Ocean Race, la barca è fantastica, e il nostro armatore, Terry, sta imparando molto velocemente, è sempre concentrato sui numeri, sulla conduzione della barca e che tutte le cose siano perfette".

Claus Peter Offen, armatore del Wally Y3K, ha ricevuto il trofeo perpetuo dedicato alla memoria del Commodoro Gianfranco Alberini.

L'affollata premiazione si è svolta alla presenza della Principessa Zahra Aga Khan ed è stata preceduta da un concerto della banda musicale militare della celebre Brigata Sassari. Il Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo, ha ringraziato con le seguenti parole: "La Costa Smeralda ci ha voluto fare un regalo per questa trentesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, una settimana perfetta, con sole e vento che ci hanno permesso di rispettare al meglio il programma. Questa manifestazione è molto più di una regata, è un insieme di fattori, il mare, il vento, lo scenario naturale, l'organizzazione, lo spirito di voi partecipanti, armatori ed equipaggi. A nome del Club desidero ringraziare Rolex, un partner la cui collaborazione è fondamentale perché questa manifestazione sia quello che vedete oggi e vedrete in futuro. Ringrazio sentitamente tutti voi, che ritornate in Costa Smeralda ogni settembre da ogni parte del mondo. Grazie al Comitato di Regata, alla Giuria Internazionale e tutto lo staff che collabora alla buona riuscita della manifestazione e che sta già pensando alla 31^ edizione nel 2020".


SPETTACOLO ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP - da porto cervo online 13/09/2019 @ 19:04

ARRIVA IL MAESTRALE, GRANDE SPETTACOLO ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, 6 settembre 2019. Il Maestrale a oltre 20 nodi spinge al massimo le prestazioni dei maxi che offrono uno spettacolo unico navigando nello splendido scenario naturale della Costa Smeralda. Domani si conclude la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

Il protagonista assoluto di oggi è stato il Maestrale, che ha soffiato con raffiche oltre i 25 nodi spingendo i maxi al massimo delle loro prestazioni, uno spettacolo eccezionale da vedere e tanta adrenalina per gli equipaggi.

La categoria dei Maxi Racer 1 ha regatato su un percorso a bastone mentre per tutte le altre classi il Comitato di Regata ha predisposto un percorso costiero che ha portato la flotta di bolina attraverso il passo delle Bisce fino alla secca di Tre Monti da lasciare a dritta. Da qui al lasco fino all'isolotto dei Monaci da lasciare a dritta, poi di bolina larga a una boa davanti a Porto Cervo per scendere infine a circumnavigare le isole di Mortorio e Soffi e fare ritorno a Porto Cervo. Le miglia totali sono state 32 per le classi Wally, Maxi Racer - Mini Maxi Racer/Cruiser e Super Maxi, per le altre il percorso era leggermente accorciato sul ritorno verso l'arrivo, per un totale di 28 miglia.

I vincitori di giornata sono stati: Jethou di Peter Odgen (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H20 del socio YCCS Riccardo De Michele (Mini Maxi CR), Rambler 88 di George David (Maxi Racing), Gibian del socio YCCS Armando Grandi (Maxi RC), il J Class Velsheda (Super Maxi) e il WallyCento Galateia di David M. Leuschen (Wally Class).

La classe Mini Maxi R1 vede sempre al comando Cannonball, oggi terzo, ma in controllo su Vesper, oggi quarto e distanziato di tre punti in classifica provvisoria. Questa classe non ha svolto la seconda prova perché il vento è salito fino ad arrivare a 30 nodi sotto raffica.

In classe Mini Maxi R2 nuova vittoria di giornata per SuperNikka su Spectre e Wild Joe, nel medesimo ordine anche in classifica generale. Con la vittoria di giornata nei Maxi Racer, Rambler 88 si riporta al comando per due soli punti davanti ad Highland Fling XI, oggi quarto.

Lo Swan 601 Flow vincendo oggi consolida la sua posizione al comando dei Mini Maxi Racer/Cruiser, seguito da Fra Diavolo di Vincenzo Addessi e Lorina 1895. I Mini Maxi Cruiser/Racer vedono Lunz Am Meer mantenere la testa della classifica provvisoria seguita da H2O e Six Jaguar. Saluta anticipatamente la flotta Essentia, forzata al ritiro a causa di un disalberamento.

Un altro ritiro è da segnalare in classe Maxi Racer/Cruiser, dove il leader provvisorio Vera ha rotto l'asse del timone. Resta al comando il SW-RP 90 All Smoke, oggi secondo dietro un sorprendente Gibian, Wally 94.2 di Armando Grandi.

Tra i Super Maxi nuova leadership, con il J Class Velsheda vincitore di giornata sul Maxi Dolphin 118 Viriella del socio YCCS Vittorio Moretti. Il J Class Topaz non è partito, avendo annunciato già ieri il suo ritiro dalla Maxi Yacht Rolex Cup a causa di un problema tecnico.

In Wally Class, il 77.4 Lyra di Terry Hui mantiene la leadership provvisoria per un solo punto davanti al WallyCento Galateia, oggi vincitore.

Così hanno commentato la giornata alcuni tra i protagonisti. 

Lorenzo Bodini, tattico su H2O: "È stata una giornata impegnativa, con vento sostenuto e raffiche fino a 28/30 nodi, che ha messo a dura prova sia la barca che l'equipaggio. Siamo partiti a sinistra, perché il maestrale favorisce quel lato, poi abbiamo gestito la regata in modo lineare senza prenderci rischi e stressare l'attrezzatura, sfruttando la lunghezza della barca".

Anthony Kotoun, stratega sul WallyCento Galateia: "Magic Carpet ci ha battuti in partenza, ma noi siamo riusciti a passarli nel lasco stretto verso i Monaci, un lato bellissimo con il Code Zero, toccando 20 nodi di velocità. Era decisamente rafficato e siamo riusciti a superarli lì, poi abbiamo allungato".

Dopo il quarto giorno di regata, la classifica generale provvisoria vede al comando nelle rispettive classi: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz am Meer (Mini Maxi CR), Rambler 88 (Maxi Racer), All Smoke (Maxi RC), Velsheda (Super Maxi), Lyra (Wally Class).

Per le classi che domani regateranno la sesta prova, entrerà in conteggio lo scarto del peggior risultato. La previsione è di Maestrale in calo a 12 nodi con raffiche a 15. Segnale di avviso come di consueto alle ore 12 locali e il quotidiano Weather Briefing a cura di Quantum Sails alle 9.30.

PORTO CERVO MAXI YACHT ROLEX CUP - da porto cervo online 05/09/2019 @ 12:25

LE CLASSIFICHE INIZIANO A PRENDERE FORMA ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, 4 settembre 2019. Terzo giorno di regata alla 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association. La flotta di oltre 50 maxi presenti è stata accolta stamani sulla linea di partenza da un Grecale di 14/15 nodi che, come sempre in questo tratto di costa, ha sollevato un'onda ripida che i Maxi hanno cavalcato offrendo un grande spettacolo nelle prime fasi del percorso.

Mentre la Wally Class ha svolto due prove a bastone su un campo di regata a parte, il resto della flotta è stato impegnato su un percorso costiero che prevedeva il periplo dell'Arcipelago di La Maddalena in senso orario dopo aver lasciato a sinistra l'isolotto dei Monaci, quindi la secca di Tre Monti a destra prima di far rotta nel canale di La Maddalena. Maxi Racer, Super Maxi - dove regatano i due J Class - e Maxi Racer/Cruiser hanno lasciato a dritta il faro di Barrettinelli prima di scendere al lasco lungo la costa settentrionale di La Maddalena e Caprera, per un percorso totale di 34,5 miglia. Tutte le altre classi hanno invece compiuto il solo periplo di La Maddalena e Caprera. Nel corso della giornata il vento è andato a calare, costringendo il Comitato di Regata a ridurre il percorso sulla rotta per Porto Cervo al passaggio dei Monaci per gran parte della flotta, con l'esclusione dei Mini Maxi Racer1 e dei Maxi Racer.

I vincitori di giornata nelle 8 categorie sono: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), Spectre di Peter Dubens (Mini Maxi R2), lo Swan 601 Lorina (Mini Maxi RC), Kiwi di Mario Pesaresi (Mini Maxi CR), l'R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Velsheda (Supermaxi), Lyra di Terry Hui (Wally Class).
La classifica generale inizia a delinearsi e in alcune classi i leader provvisori hanno uno scarto molto ridotto sugli avversari. Tra i Mini Maxi R1 nuova vittoria per Cannonball che mantiene il comando seguito a soli due punti da Vesper, oggi secondo. Due punti di distacco anche nella classe Mini Maxi R2, dove la vittoria odierna di Spectre interrompe la striscia vincente di SuperNikka, oggi secondo. Classifica cortissima tra i Mini Maxi Racer/Cruiser, dove troviamo ben 4 barche racchiuse in soli tre punti guidate dallo Swan 601 Flow davanti a Walliño e Lorina 1895, vincitore di giornata. In classe Mini Maxi Cruiser/Racer, lo Swan 651 Lunz Am Meer mantiene la sua leadership seguito da H2O e Six Jaguar.

Tra i Maxi Racer, Highland Fling vince nuovamente e porta a due punti il vantaggio su Rambler 88; situazione simile in classe Maxi Racer/Cruiser, dove Vera consolida la sua leadership davanti al SW-RP90 All Smoke e allo Swan 90 Nefertiti. Lo spettacolare duello che vede fronteggiarsi quotidianamente i J Class Topaz e Velsheda (Super Maxi) è andato oggi a favore di quest'ultima, dopo un vero match race che ha visto questi splendidi yacht alternarsi al comando. Decisivo l'approccio a Barrettinelli dove Velsheda ha ripassato Topaz. Con un primo e un secondo posto nelle due regate a bastone, Lyra mantiene il comando nella Wally Class.

La classifica generale provvisoria vede al comando: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz Am Meer (Mini Maxi CR), Highland Fling XI (Maxi Racer), Vera (Maxi RC), Topaz (Super Maxi), Lyra (Wally Class).
Michele Regolo, tattico su Vera: "Un'altra ottima giornata, quando l'aria cala la nostra barca risulta avvantaggiata, ma è stato l'equipaggio a far la differenza, tutte le manovre sono state eseguite al meglio, senza alcuna sbavatura. Dopo cinque eventi insieme abbiamo sviluppato un perfetto automatismo, supportati da una leggenda come Bouwe Bekking (stratega) che ha dato un grande ordine a bordo. Stiamo facendo un'ottima stagione e desidero ringraziare l'armatore per l'opportunità che ha offerto a tutti noi. La regata di oggi si è decisa nelle prime fasi, con la scelta coraggiosa di rinunciare al vantaggio di partire sul pin per optare sulla destra, dove abbiamo trovato una maggiore pressione che ci ha consentito di girare al comando sia la boa di disimpegno che i Monaci, tallonati da All Smoke con cui abbiamo combattuto fino a Barettinelli, cercando di coprirli. Oggi il gioco è riuscito!".

Domani, 5 settembre, il programma prevede un giorno di riposo. Alla sera tutti gli equipaggi sono invitati al crew party, organizzato dallo YCCS, che si terrà presso il Cantiere di Porto Cervo. Le regate riprenderanno il 6 settembre con il consueto weather briefing a cura di Quantum Sails alle ore 9,30 e il segnale di avviso alle ore 12.

LA MAXI YACHT ROLEX CUP ENTRA NEL VIVO CON IL SECONDO GIORNO DI REGATA - da porto cervo online 05/09/2019 @ 12:23

LA MAXI YACHT ROLEX CUP ENTRA NEL VIVO 
CON IL SECONDO GIORNO DI REGATA

Porto Cervo, 3 settembre 2019. Secondo giorno di regata a Porto Cervo per la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association.

Il vento da nordovest in rotazione a nord è stato leggero, 8 - 10 nodi con locali rinforzi fino a 13 nodi. Un'aria leggera ma sufficiente a fare disputare regolarmente alle 50 imbarcazioni presenti le prove in programma: due regate a bastone di circa 8 miglia ciascuna per le classi Mini Maxi Racer/Cruiser e Mini Maxi Cruiser/Racer, mentre tutti gli altri hanno disputato una prova costiera di lunghezza compresa tra le 27 e le 35,5 miglia in funzione della categoria dell'imbarcazione. Dopo la partenza, la flotta si è diretta verso l'isolotto dei Monaci, lo ha lasciato a sinistra per scendere nel golfo delle Saline, lasciare a sinistra la secca di Tre Monti, attraversare il passo delle Bisce e scendere a doppiare le isole di Mortorio e Soffi per far poi ritorno a Porto Cervo.

I vincitori di giornata nelle singole classi sono stati: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H2O di Riccardo De Michele e Lunz am Meer (Mini Maxi CR), l'R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi) e Lyra di Terry Hui (Wally Class).
Così hanno commentato la giornata alcuni tra i protagonisti.

Dario Ferrari, armatore e timoniere di Cannonball: "Navigare a Porto Cervo è per me da sempre una delle gioie più grandi, difficile trovare un altro posto bello come questo! La regata di oggi è stata vinta nel primo quarto d'ora nel quale siamo riusciti a staccarci dal gruppo. Quando sei davanti, soprattutto in una costiera, è tutto più facile, sei libero di fare le tue scelte tattiche e allungare sugli inseguitori. C'è stata solo una fase di calo d'aria in cui Bella Mente si è avvicinata ma poi siamo ripartiti. Abbiamo regatato bene e la barca ha un passo notevole, le migliorie apportate stanno dando i frutti attesi, dopo aver vinto a Palma adesso siamo al comando della classifica provvisoria ma qui abbiamo più avversari e di tutto rispetto. Vesper (ex Momo) mi pare perfettamente gestito, Jethou con vento forte è molto veloce, Sorcha è forte e si sta comportando bene, la nuova Bella Mente è all'esordio non ha ancora dimostrato le sue potenzialità, ma non tarderà".

Cameron Appleton, tattico su Highland Fling XI: "Questa giornata era più adatta alla nostra barca piuttosto che ad altre più grandi e larghe. Abbiamo fatto una buona partenza e una buona prima parte della regata, che era cruciale per non distaccarci troppo, è stata questa la chiave di volta per la vittoria odierna. I ragazzi hanno fatto un grande lavoro con la scelta e i cambi delle vele, necessari in questi splendidi percorsi costieri, dove ho potuto regatare con tante classi diverse, tra cui i maxi yacht".

Roberto Lacorte, armatore e timoniere di SuperNikka: "Siamo partiti con il piede giusto, due giorni con due vittorie. Sono ormai cinque anni che regatiamo con lo stesso equipaggio e abbiamo perfettamente messo a punto la barca. Ogni anno alla Maxi scopriamo di avere acquisito qualche numero in più in termini di performance, con la barca veloce siamo liberi di scegliere la tattica migliore e difenderci al meglio quando è il momento di farlo, grazie all'equipaggio che sta facendo un lavoro fantastico. I nostri avversari diretti sono di tutto rispetto, Wild Joe e Spectre hanno a bordo dei gran professionisti, infatti le regate tra di noi sono sempre molto combattute e ravvicinate, non sono ammessi errori. Certo, con una barca così è più semplice regatare".
Dopo il secondo giorno di regata la classifica generale provvisoria vede al comando nelle rispettive classi: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz Am Meer (Mini Maxi CR), Highland Fling XI e Rambler 88 a pari punti (Maxi Racer), Vera (Maxi RC), Topaz (Super Maxi), Magic Carpet Cubed e Y3K a pari punti (Wally Class).

Domani, 4 settembre, le regate riprendono alle ore 12 locali con previsioni di vento da nord tra i 12 e i 15 nodi. La Wally Class sarà impegnata in regate a bastone, mentre le altre classi regateranno su un percorso costiero. Alle ore 9.30 è previsto il consueto Weather Briefing a cura di Quantum Sails.

PORTO CERVO MAXI YACHT ROLEX CUP - da porto cervo online 05/09/2019 @ 12:21

INIZIO PERFETTO A PORTO CERVO PER LA MAXI YACHT ROLEX CUP

Porto Cervo, 2 settembre 2019. Il primo giorno di regata all'insegna delle migliori condizioni di vento per la flotta di 50 imbarcazioni impegnata nella Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association, giunta quest'anno alla sua 30^ edizione.

Alle 12 puntuali il segnale di avviso ha dato inizio alle prove sui due campi di regata con le partenze davanti a Porto Cervo con vento da nordovest che dai 12 nodi iniziali è andato a salire fino a 22/23 nodi.

Per la classe Maxi Racer 1, il programma di oggi prevedeva due prove a bastone vinte rispettivamente da Vesper e Jethou. Il vento dagli iniziali 12 nodi è salito fino a 18 nel corso della seconda prova. Questi racer molto tecnici, condotti da equipaggi professionistici a supporto dell'owner driver, hanno dato vita a belle regate con frequenti cambi di posizione dovuti ai leggeri salti di vento e cambi di pressione sul percorso di circa 12 miglia complessive. Al termine della prima giornata è al comando Vesper dell'americano Jim Swartz con Gavin Brady alla tattica a 4 punti, seguito da Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari con Ed Baird tattico, a 5 punti complessivi.
Tutte le altre classi hanno affrontato un percorso costiero di circa 30 miglia, allungato a 34,5 per i Maxi Racer e i Wally. La flotta, partita scaglionata, si è diretta di bolina attraverso il passo delle Bisce verso il canale di La Maddalena, isola che è stata doppiata dunque in senso orario per poi scendere al lasco lungo Caprera fino all'isolotto dei Monaci. Gli yacht più grandi e veloci sono passati esterni a Spargi, prima di issare le vele per le andature portanti e rientrare ai Monaci. Da qui i Mini Maxi Cruiser/Racer hanno proseguito verso Porto Cervo, mentre il resto della flotta è tornata di bolina larga verso la secca di Tre Monti, nel golfo delle Saline, quindi nuovamente attraverso il passo delle Bisce in poppa. Da qui a Porto Cervo la flotta ha dovuto affrontare una zona di bonaccia causata dalla transizione tra il Maestrale e la brezza termica da sudovest che si era formata sottovento alla terraferma.

I vincitori delle rispettive classi sono stati: SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Wallyño di Benoit de Froidmont presidente IMA (Mini Maxi RC), Six Jaguar di Anthony Ball (Mini Maxi CR), Rambler 88 di George David (Maxi R), il SW RP90 All Smoke (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi), il WallyCento Magic Carpet Cubed del socio YCCS Sir Lindsay Owen-Jones (Wally Class).

Luca Bassani presidente di Wally: "La giornata di oggi è stata il chiaro esempio della ragione per cui la Wally Class venga a regatare a Porto Cervo. Un percorso magnifico tra le isole, spinti da un bel maestrale che ha consentito ai WallyCento di navigare a oltre 12 nodi di media, con punte di 20 nodi al lasco rientrando a Porto Cervo dopo la bolina per girare Caprera e La Maddalena in senso orario. Magic Carpet ha vinto meritatamente mostrando velocità, pulizia di manovra e una tattica perfetta, soprattutto nel momento di bonaccia in prossimità dell'arrivo, dove la transizione tra due venti differenti avrebbe potuto scompigliare la classifica".
Questo il commento di Brad Butterworth, tre volte vincitore dell'America's Cup e tattico di Rambler 88, vincitore in categoria Maxi Racer: "Una giornata con le condizioni tipiche di Porto Cervo, con una brezza che si è intensificata nel corso della regata e una transizione nella parte finale. Il percorso intorno alle isole è stato perfetto, con condizioni ideali di vento sia nel canale di La Maddalena che fuori, ai Monaci. Siamo stati molto veloci, abbiamo fatto una buona partenza perfetti sulla linea, allungando con la brezza che aumentava e navigando bene con acqua piatta e aria fino a 23 nodi, condizioni veramente meravigliose. In prossimità dell'arrivo siamo passati da 22 nodi a un calo di vento davanti Porto Cervo, ma siamo stati molto fortunati perché è durato un momento e siamo subito passati a una nuova brezza leggera che ci ha condotto all'arrivo. Abbiamo affrontato la transizione molto bene e siamo stati fortunati".

Nacho Postigo, navigatore sul J Class Topaz, oggi vincitore in classe Supermaxi: "Per cominciare è stata una giornata molto divertente perché siamo stati per l'intera regata a 4-5 lunghezze dall'altro J Class, Velsheda, sempre in match race. Queste barche, nate per l'America's Cup degli anni '30 del Novecento, non sono velocissime ma navigano molto bene, sono equilibrate e bellissime! Quando ti giri intorno a vedere gli altri J Class te ne rendi conto, senza percepire che anche tu fai parte del medesimo spettacolo. Alla fine non è la velocità massima quella che conta, ma la qualità dell'avversario, soprattutto quando sei a fianco di uno così bravo. Oggi abbiamo avuto un problema a bordo, abbiamo rotto il tangone e per l'ultimo pezzo di poppa fino alle Bisce siamo andati a farfalla. Però assieme al tattico Ross MacDonald abbiamo visto meglio degli altri il cambio di vento, ci siamo tenuti un po' più fuori, pensavamo di guadagnare qualche lunghezza e alla fine ci siamo trovati con tre minuti in tasca, una bella sorpresa finale".

Mark Sadler, tattico sul SW-RP90 Custom All Smoke, vincitore in classe Maxi Racer/Cruiser: "Siamo partiti davvero alla grande, la barca va benissimo, ci siamo allungati sulla flotta di bolina, in poppa eravamo tranquillamente sulle velocità target e siamo stati probabilmente i migliori a negoziare la difficile transizione in prossimità dell'arrivo, siamo soddisfattissimi del risultato odierno.

Le regate riprendono domani, 3 settembre, con il segnale di avviso alle ore 12 locali preceduto dal quotidiano Weather Briefing a cura di Quantum Sails in programma alle 9,30 in Piazza Azzurra. Le previsioni meteo indicano vento leggero dai quadranti settentrionali

StartPrecedente [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ] 10 Pagine successiveSuccessivoFine
 
Speciali Porto Cervo

  AZIENDE-PULS.jpg

spiagge-attrezzate-porto-cervo.JPG

Calendario Regate


sagre-festa.jpg




Meteo

Cagliari

Sassari
Oristano  Nuoro

Webmaster
Scrivi a porto cervo online  Webmaster
Aggiungi ai preferiti  Preferiti
Segnala questo sito ad un amico  Segnala
Mobile   Mobile
Vacanze in Sardegna?
- Archeologia Arzachena Costa Smeralda - Polo Discoteche e Locali Eventi Porto Cervo Immobiliare Isole nell'isola La Sartiglia Poltu Quatu Porti e approdi Porto Cervo Porto Rotondo Sagre e Feste Spiaggie Traghetti Windsurf
Ricerca




News dagli amici



  Powered by GuppY v4.5.18 © 2004-2005 ~ Distribuito da FreeGuppy.it

Pagina caricata in 3.53 secondi