Porto Cervo
Porto Cervo Info

Discoteche e Locali

locali.jpg
Tutti i locali e le discoteche più in,  all'insegna del divertimento e della buona cucina...              
Clicca qui

Barche in Costa 

In Costa Smeralda, la nautica ha la sua massima espressione... Continua...

 La Sartiglia

Da Oristano una delle feste più caratteristiche della Sardegna.

Clicca qui.

Archeologia

Tutte le bellezze archeologiche della Gallura, gli itinerari. 

Clicca qui 

 Natura

Splendida e incontaminata, la ricchezza dell'isola

clicca qui.

Porto Cervo
spiagge-porto-cervo.jpg
Visite

   visitatori

   visitatore online

News

Queste news sono disponibili nel formato standard RSS per la pubblicazione nel tuo sito.
http://www.portocervoonline.it/data/newsit.xml


kiwi i primi finalisti del Louis Vuitton Trophy - da portocervo online 05/06/2010 @ 00:21

Sono i kiwi i primi finalisti del Louis Vuitton Trophy
Decisa oggi la prima finalista del Louis Vuitton Trophy. Emirates Team New Zealand batte Artemis per 2 a 1 in una giornata di vento debole e conquista il posto. Come a Nizza e Auckland i neozelandesi non si smentiscono.

© Paul Todd/outsideimages.co.nz/Louis Vuitton TrophySaranno ancora gli uomini di Dean Barker, Grant Dalton e Ray Davies, gli All Blacks della vela, i maestri di Emirates Team New Zealand, ad andare in finale contro l’avversario che verrà deciso dalle regate di domani tra il team russo di Synergy e il franco tedesco di All4One. Oggi sono state regate intense, corse con un venticello leggero, che in qualche momento ha fatto rimpiangere l’urlo del maestrale. C’è voluto tutto il giorno per completare le tre regate necessarie e ancora una volta i concorrenti hanno concluso all’ora di cena. Ovvio che in campo neozelandese ci sia grande soddisfazione per il risultato e dall’altra parte delusione. Comprensibile. I kiwi sono abituati a vincere, e poco meno della finale per loro è una grande delusione. Artemis è stato protagonista di una grande crescita e ha iniziato il round robin con una serie di belle vittorie che l’hanno vista in testa fino alla fine.

La prima regata tra Artemis e Emirates Team New Zealand parte dopo mezzogiorno. Paul Cayard ha scelto di regatare con la barca che quasi tutti considerano più lenta, ITA 90, e di conseguenza con la bandiera blu per poter usare ITA 99 nel secondo e nel terzo match, se necessario. Le due barche partono alla ricerca del lato sinistro del campo, che sfiora l'isola di Caprera dove il vento deflette e porta un vantaggio. Dean Barker porta Emirates a sfiorare la boa del pin, Artemis prende tutta la velocità possibile navigando verso l’avversario e poi vira verso destra. La partita si gioca poco prima della boa: i kiwi hanno preso il “buono” che aspettavano, ma troppo. Artemis che arriva da destra vira prima dell'avversario riesce a conquistare l'interno in boa. Poi il suo timoniere Terry Hutchinson tira dritto oltre la boa di bolina e porta i neozelandesi oltre per fargli perdere più acqua possibile. Quando è finalmente convinto, Artemis issa e si lancia verso il cancello di poppa. Il suo vantaggio è sufficiente a controllare Emirates fino alla fine e conquistare il primo punto delle semifinali. Emirates taglia l'arrivo con un distacco di 48".

Peter “Luigi” Reggio tenta di far partire una seconda regata, ma dopo due lati, con Artemis in testa, il vento letteralmente muore ed è costretto a richiamare i concorrenti per una nuova partenza.

Si aspetta ancora… poi finalmente una nuova partenza: Emirates Team New Zealand e Artemis corrono la loro seconda regata con vento leggero che si è stabilito su una direzione nuova, è un ponentino. In partenza Emirates Team New Zealand conquista la sinistra e naviga rapida verso terra, guadagna quel che serve per sentirsi sicura di poter scambiare lato passando così sulla destra del campo. Gira la boa con un vantaggio consistente che conserva fino all'arrivo. I kiwi conquistano il pareggio con un vantaggio di 1' 01".

Dopo pochi minuti di attesa il Comitato di regata decide di far partire la regata dello spareggio. I timonieri ancora una volta combattono per la sinistra del campo: la conquista Artemis con una manovra decisa e ben fatta. Purtroppo questa volta non è il lato favorito del campo: i kiwi navigano a lungo verso la destra, costruendo una separazione che supera il miglio. Quando le barche convergono sono in vantaggio. Il vento è debole e in poppa si avvantaggiano ancora. Inutili i tentativi di Paul Cayard di ribaltare la situazione. I kiwi conquistano il passaggio alla finale con un vantaggio di 1' 31".

A La Maddalena grazie a BMW Oracle è arrivata la Coppa America, il magico trofeo per il quale tanti velisti hanno perso la testa. Il pubblico potrà vederla negli orari di apertura del villaggio, dalle 9.00 alle 19.00. L’ingresso è gratuito. Domani all’interno del bacino del vecchio Arsenale corrono i ragazzi del Louis Vuitton Junior Trophy: il vincitore avrà il diritto di sedere a bordo di una delle barche finaliste durante le regate di domenica.

Il primo segnale di partenza sarà dato alle 10.00.


Audi Spring Polo Gold Cup - da portocervo online 05/06/2010 @ 00:18

Audi Spring Polo Gold Cup: in finale i team Audi e Cortina Polo Club

La finale dell’Audi Spring Polo Gold Cup, in programma domani, sarà una questione tra il Cortina Polo Club Team e l’Audi Polo Team. Oggi si è completato il quadro degli accoppiamenti del torneo della Costa Smeralda con la vittoria della squadra guidata da Stefania Annunziata per 11,5 a 4 sull’U.S. Polo Team di Alessandro Pastorino, mentre il team Audi di Luca D’Orazio si è imposto per 8 a 7 sull’Audemars Piguet di Sebastian Schneberger. Una sconfitta che è costata l’eliminazione della formazione dell’imprenditore tedesco. La finale di consolazione per il terzo e quarto posto vedrà quindi l’U.S. POLO ASSN. affrontare lo Smeraldina Polo Team, quest’ultimo orfano del suo capitano Tom Barrack richiamato all’estero da sopraggiunti impegni di lavoro. Al suo posto giocherà Schneberger. Domani palla al centro al centro ippico Shergan alle 16.30 con la finalina di consolazione, a seguire il match che vale coppa.
Raggiungono la finale i due team più in forma, entrambi trascinati dai due giocatori più prolifici del torneo: Francisco Menendez e Augustin Garcia Grossi. Quest’ultimo, non a caso, è il giocatore con l’handicap più alto della tappa sarda del circuito Gold Cup, otto gol. Rispetto al ragazzo che ha fatto il suo esordio in Costa Smeralda due anni fa, il trentunenne argentino è cresciuto molto dal punto di vista tecnico, nel 2008 infatti aveva un handicap di 7. “Oggi riesco a fare molti gol perchè ho un’ottima squadra che lavora tanto per me. Sono felice di essere salito di handicap, frutto anche di un grande impegno economico per rinnovare e migliorare tutto il mio parco cavalli”, cento tra puledri, fattrici e cavalli da gioco. Nel suo palmares figurano due vittorire nella Coppa della Repubblica Argentina, un torneo molto impegnativo che coinvolge l’intero paese. Negli ultimi due anni, invece, ha giocato le qualificazioni nel prestigioso Abierto di Palermo a Buenos Aires raccogliendo larghi consensi tra gli addetti ai lavori: “Ovviamente voglio raggiungere il massimo e per questo ho programmato altri investimenti per arrivare ad avere una squadra che possa giocare l’Abierto senza passare per le qualificazioni”. Augustin Garcia Grossi rincorre il suo sogno, spinto da una passione cominciata a sette anni e sempre sostenuta dalla sua famiglia: “La mia aspirazione è quella di creare un team fatto interamente di giocatori della mia città, Trenque Lauquen”. Il centro cittadino a 500 km da Buenos Aires che ha dato i natali a campioni del calibro di Juan Martin e Augustin Nero, Pablo Jauretche, Lucas James e Martin Espain.


Audi Spring Polo Gold Cup - da portocervo online 03/06/2010 @ 14:49

Audi Spring Polo Gold Cup: ancora aperto il quadro delle finali
domani giornata decisiva

Oggi turno di riposo per l’Audi Spring Polo Gold Cup. Il torneo della Costa Smeralda ha vissuto ieri un’importante giornata di gare che ha visto i team Cortina Polo Club e U.S. POLO ASSN. conquistare la seconda vittoria in tre partite davanti ad un pubblico sempre più numeroso. Condizioni climatiche ottimali hanno accompagnato l’intera giornata che nel primo match ha visto imporsi il team di Stefania Annunziata per 8,5 a 6 sullo Smeraldina Polo Team grazie ai sette centri di Francisco Menendez e al gol di Daniel Laborde. Alla formazione capitanata da Tom Barrack non sono bastati i quattro gol di Memo Gracida e la doppietta di Eduardo Menendez. Vittoria di squadra invece per l’U.S. POLO ASSN. Team di Alessandro Pastorino che grazie ai quattro gol di David Bernal, ai tre di Juan Gonzalez e alla doppietta di Joaquin Maiquez si è imposto 9 a 7 su Audumeras Piguet Polo Team. La squadra del tedesco Sebastian Schneberger è rimasta in partita fino alla fine con i cinque gol di Pedro Fernandez Llorente e i due centri di Juan Darti e Martin Podesta. La classifica vede tre sqadre a 4 punti, Audi, Cortina Polo Club e U.S. POLO ASSN. mentre Smeraldina e Audermas Piguet a quota 2. Domani, a partire dalle 18, il torneo entra nel vivo con le due partite che tracceranno il quadro delle finali di sabato. Tutto è ancora in gioco: Audemars Piguet cerca una vittoria contro Audi per accede allo spareggio per il terzo e quarto posto. Una vittoria della squadra di Schneberger condannerebbe all’eliminazione lo Smeraldina Polo Team che ora, con quattro partite giocate, può solo stare a guardare. Il team Audi di Luca D’Orazio, invece, sembra avere il biglietto della finale già in tasca in virtù di una migliore differenze gol rispetto a tutte le altre pretendenti (+7,5). Sarà invece un vero e proprio scontro diretto quello tra Cortina Polo Club e U.S. POLO ASSN., chi vince vola in finale a giocarsi la coppa. Ancora apertissima anche la classifica marcatori che vede Augustin Garcia Grossi (Audi) al comando con 20 gol, seguito da Francisco Menendez (Cortina Polo Club) a quota 19. Poi Memo Gracida (Smerladina) con 14 gol davanti a David Bernal (U.S. POLO ASSN.) ed Eduardo Menendez (Smeraldina) a quota 12.

Audi Spring Polo Gold Cup - da portocervo online 02/06/2010 @ 18:39

Audi Spring Polo Gold Cup: seconda vittoria firmata Audi,
primo squillo Audemars Piguet

La quarta giornata dell'Audi Spring Polo Gold Cup ha confermato il grande equilibrio delle forze in campo che sembra caratterizzare l’edizione 2010. Il primo match di ieri al centro ippico Shergan ha registrato la vittoria di Audemars Piguet Polo Team per 10 a 7,5 sul Cortina Polo Club Team di Stefania Annunziata. La formazione capitana dal tedesco Sebastian Schneberger ha centrato il primo successo in Costa Smeralda trascinata dai sette gol di Juan Darti, dalla doppietta di Pedro Fernandez Llorente e dal gol di Martin Podesta.Un successo in rimonta maturato nell’ultimo chukker (periodo di gioco) dopo che il team Cortina si era portato in vantaggio con i cinque gol di Francisco Menendez e la doppietta di Julio Cesar Coria. Nell’altra partita in programma ieri l'Audi Polo Team capitanato da Luca D'Orazio ha centrato la seconda vittoria nel torneo battento 9-6 lo Smeraldina Polo Team del capitano Tom Barrack. Un match sul quale è stata forte l’impronta di due fuoriclasse come Augustin Garcia Grossi, autore di sei gol per il team Audi e di Guillermo Memo Gracida, 3 gol per Smeraldina. A segno anche D’Orazio e Santiago Schinoni, autore di una doppietta, mentre per il team di casa un gol di Rommy Gianni e due firmati da Eduardo Menendez, espulso nel finale. La classifica vede temporaneamente il team Audi in testa con 4 punti, frutto di due vittorie e una sconfitta. Tutti gli altri sono a quota 2. Nella classifica marcatori Grossi consolida il primato con 20 gol, segue Francisco Menendez a quota 12, Memo Gracida ed Eduardo Menendez a 10. Oggi si torna in campo alle 18 con la sfida tra Smeraldina Polo Team e Cortina Polo Club Team, a seguire Audemars Piguet Polo Team contro U.S. POLO ASSN. Team. Domani, giovedì 3 giugno, giornata di riposo.

Louis Vuitton Trophy AZZURRA IN SESTA POSIZIONE - da portocervo online 02/06/2010 @ 18:38

IL TEAM AZZURRA RISALE IN SESTA POSIZIONE
La Maddalena, 2 giugno 2010. Oggi, dodicesima giornata del Louis Vuitton Trophy che nelle acque di La Maddalena sta tenendo impegnati dieci dei migliori equipaggi al mondo, il team Azzurra dello Yacht Club Costa Smeralda non ha regatato (avendo completato ieri il round robin), ma è risalito di una posizione in classifica. Azzurra è ora sesta, seguita da Team Origin (settima), Luna Rossa (ottava), BMW Oracle Racing (nona) e Aleph Sailing Team (decima). La classifica del round robin non è ancora definita poiché mancano ancora tre match alla conclusione del girone.

La regata che oggi ha consentito ad Azzurra di conquistare un gradino nella ranking provvisoria è stato quello tra il team battente bandiera italiana Mascalzone Latino Audi Team e gli inglesi di Team Origin: questi ultimi, battuti ieri da Francesco Bruni e i suoi ragazzi, hanno iniziato la giornata a pari punti con Azzurra (4), ma avendo perso il match contro Mascalzone hanno anche perso l’ultima chance di sorpassare il team dello YCCS. Per risolvere il pareggio di punti tra Azzurra e Team Origin, infatti, si va a vedere chi ha vinto lo scontro diretto tra i due: Azzurra, che quindi passa avanti, relegando la squadra inglese in settima posizione.

A causa del vento forte che da questa mattina ha imperversato sul campo di regata, il Comitato di Regata è stato costretto a tenere tutti in standby fino alle 15.30. Pertanto al momento di diffondere questo comunicato, restano ancora in sospeso tre match per concludere il primo girone eliminatorio. Il comitato spera di riuscire a completarli questo pomeriggio sfruttando tutte le ore di luce e sperando che il vento si mantenga sotto i 20 nodi. La prima metà della classifica – che vede Artemis in testa con 6 punti, seguita da Emirates Team New Zealand, Mascalzone Latino e Synergy tutti con 5 punti e All4One con 4, dipenderà dai risultati di questi tre match. I due team con il peggior piazzamento al termine del round robin saranno eliminati dalla competizione: di fatto, sebbene non ufficialmente poiché il girone è ancora in corso, si tratta del Defender della 34esima Coppa America BMW Oracle Racing, sicuramente uno dei favoriti di questo evento con un equipaggio stellare condotto dall’australiano James Spithill (lo skipper più giovane della storia ad aver vinto la Coppa America), e i francesi di Aleph, che a seguito della violenta collisione contro Azzurra, sono stati penalizzati di quattro punti.

Domani si disputeranno i quarti di finale con il seguente ordine sulla base della classifica del round robin: quarto contro quinto, terzo contro sesto, secondo contro settimo e primo contro ottavo. I quattro team vincitori passeranno alle semifinali che avranno inizio venerdì. E’ evidente che sarà praticamente impossibile poter disputare in una sola giornata tutti i match sopra indicati (di ogni paio vincerà chi si aggiudicherà per primo 2 punti), pertanto è altamente probabile che primo e secondo passino alla semifinale, settimo e ottavo non abbiano alcuna chance di passare, mentre i quattro team di mezzo, tra cui Azzurra, si giocheranno il passaggio alla semifinale.

Da domani sarà possibile seguire le regate con le immagini televisive in diretta tramite il link LIVE TV sulla home page del sito www.azzurra.it

RAI SPORT 1 avrà due dirette al giorno, dalle 11.00 alle 11.30 e dalle 14.00 alle 17.00.


StartPrecedente10 Pagine precedenti [ 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 ] 7 Pagine successiveSuccessivoFine
 
Speciali Porto Cervo

  AZIENDE-PULS.jpg

spiagge-attrezzate-porto-cervo.JPG

Calendario Regate


sagre-festa.jpg




Meteo

Cagliari

Sassari
Oristano  Nuoro

Webmaster
Scrivi a porto cervo online  Webmaster
Aggiungi ai preferiti  Preferiti
Segnala questo sito ad un amico  Segnala
Mobile   Mobile
Vacanze in Sardegna?
- Archeologia Arzachena Costa Smeralda - Polo Discoteche e Locali Eventi Porto Cervo Immobiliare Isole nell'isola La Sartiglia Poltu Quatu Porti e approdi Porto Cervo Porto Rotondo Sagre e Feste Spiaggie Traghetti Windsurf
Ricerca




News dagli amici




  Powered by GuppY v4.5.18 © 2004-2005 ~ Distribuito da FreeGuppy.it

Pagina caricata in 0.95 secondo