Porto Cervo
Porto Cervo Info

Discoteche e Locali

locali.jpg
Tutti i locali e le discoteche più in,  all'insegna del divertimento e della buona cucina...              
Clicca qui

Barche in Costa 

In Costa Smeralda, la nautica ha la sua massima espressione... Continua...

 La Sartiglia

Da Oristano una delle feste più caratteristiche della Sardegna.

Clicca qui.

Archeologia

Tutte le bellezze archeologiche della Gallura, gli itinerari. 

Clicca qui 

 Natura

Splendida e incontaminata, la ricchezza dell'isola

clicca qui.

Porto Cervo
spiagge-porto-cervo.jpg
Visite

   visitatori

   visitatori online

News

Queste news sono disponibili nel formato standard RSS per la pubblicazione nel tuo sito.
http://www.portocervoonline.it/data/newsit.xml


Porto Cervo GRAN FINALE IN COSTA SMERALDA CON L'AUDI 52 SUPER SERIES SAILING WEEK - da porto cervo online 01/10/2019 @ 17:53

Porto Cervo, 23 settembre 2019. Il più competitivo circuito professionistico per barche a chiglia fa ritorno nelle acque della Costa Smeralda con l'Audi 52 Super Series Sailing Week, in programma a Porto Cervo dal 23 al 28 settembre con l'organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title Sponsor Audi, al quale il Club è legato da una solida partnership fin dal 2008. Per la tappa finale della 52 Super Series sono ormeggiate sulla banchina antistante lo Yacht Club Costa Smeralda 10 barche provenienti da 8 nazioni. Oggi, lunedì 23 settembre, si è svolta la Practice Race con Maestrale di 25 nodi e raffiche fino a 27, vinta da Sled davanti a Quantum. Azzurra era in realtà al comando, ma come da tradizione non ha voluto tagliare la linea del traguardo. Il primo segnale di partenza ufficiale sarà dato domani, martedì 24, alle ore 12. Le previsioni meteo indicano vento di Maestrale anche sostenuto, almeno fino a giovedì.

Così si è espresso Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS: "Rivolgo il benvenuto alla grande famiglia della 52 Super Series, siamo particolarmente lieti di accogliervi per la tappa finale del circuito, il cui livello agonistico è sempre più elevato, sono certo che vedremo regate bellissime. Ringrazio Audi, che supporta con entusiasmo sia numerosi progetti sportivi del Club che molte attività della One Ocean Foundation per la protezione del mare. Buon vento a tutti i concorrenti, ma concedetemi un ringraziamento particolare alla famiglia Roemmers, nostri soci e armatori di Azzurra, il simbolo sportivo dello YCCS."

La classifica provvisoria della 52 Super Series vede al comando Azzurra con 6 punti di vantaggio su Platoon, recente vincitore del campionato mondiale in occasione della precedente tappa di Puerto Portals, Maiorca. Quantum Racing è terzo con 11 punti di distacco dal leader provvisorio. Il regolamento della 52 Super Series decreta il vincitore della stagione sulla base della somma di tutti i punti accumulati in ogni singola prova disputata nel corso del campionato. Azzurra si trova al comando perché ha dimostrato maggior regolarità, senza tuttavia aver vinto alcuna tappa, mentre Platoon ha vinto la tappa di apertura a Mahon, Minorca, oltre al recente Rolex TP52 World Championship.

Si prospettano regate tirate, i giochi sono apertissimi, ogni punto conta per ottenere la vittoria della 52 Super Series e il risultato finale sarà probabilmente decretato solo nell'ultima prova.

Lo skipper di Azzurra, Guillermo Parada ha dichiarato: "L'ultimo giorno di regata coinciderà con il mio 52° compleanno, 52 come TP52, potrebbe essere un buon segno e mi piacerebbe avere un'ottima ragione per festeggiare. L'importante è vincere la stagione, anche se in questa tappa nelle acque di casa per Azzurra dovessimo essere secondi per un punto o due. Sinora abbiamo navigato bene e ci è mancato quel pizzico di fortuna per vincere una tappa, in ogni caso siamo qui ben preparati e con alcuni aggiornamenti alla barca".

"Combatteremo fino alla fine, questo è il nostro modo di regatare - ha dichiarato l'armatore timoniere di Platoon, Harm Müller-Spreer. Questa è una battaglia per il titolo, non siamo interessati a soffermarci sul passato, siamo in Sardegna come nuovi campioni del mondo e questo ci porta tanta sicurezza in noi stessi e nella barca. Ci interessa solo guardare avanti ed evitare gli errori."


AZZURRA TORNA A PORTO CERVO PER L’AUDI 52 SUPER SERIES SAILING WEEK - da porto cervo online 01/10/2019 @ 17:51

AZZURRA TORNA A PORTO CERVO PER L’AUDI 52 SUPER SERIES SAILING WEEK
 
Porto Cervo, 23 settembre 2019
 
Il TP52 Azzurra torna nelle acque di casa per la tappa finale del più competitivo circuito per barche a chiglia. Le regate inizieranno domani e si concluderanno sabato 28 settembre, giorno in cui verrà decretato il vincitore della 52 Super Series 2019.
 
Per la tappa finale della 52 Super Series sono ormeggiate sulla banchina antistante lo Yacht Club Costa Smeralda 10 barche provenienti da 8 nazioni. Azzurra, simbolo sportivo dello YCCS, andrà in mare domani da leader della classifica provvisoria, con un piccolo vantaggio di soli sei punti sul diretto inseguitore Platoon, laureatosi Campione del Mondo 2019 lo scorso agosto, in occasione della quarta tappa della 52 Super Series, a Puerto Portals. Quantum Racing segue al terzo posto con 11 punti di distacco e continua ad essere un avversario temibile per Azzurra. 

 
 
Sinora, da quando la 52 Super Series è iniziata nel 2012, è stata vinta tre volte da Azzurra e quattro da Quantum Racing, con Platoon secondo nelle ultime due stagioni e oggi più desideroso che mai di salire sul gradino più alto. Si preannunciano dunque regate molto tirate non solo tra i primi tre in classifica, perché anche Bronenosec e Provezza hanno ambizioni per il podio stagionale, mentre tutti 10 i team presenti vogliono lasciare il segno nell’ultima tappa del 2019.
 
Azzurra affronta la tappa di Porto Cervo con grande determinazione, concentrazione e preparazione, ben consapevole del valore degli avversari ma soprattutto del proprio, senza alcun timore reverenziale ne tensione particolare per il fatto che la regata si svolga nelle acque antistanti lo YCCS. “Veniamo a Porto Cervo ben motivati e con l’opportunità unica di concludere la stagione nelle acque di casa – ha sottolineato lo skipper Guillermo Parada. Abbiamo preparato tutto al meglio, così che il risultato dipenda solo da noi. Ci auguriamo di avere una buona settimana in Costa Smeralda e che il gran lavoro di tutta la stagione venga ricompensato nel giusto modo”.
 
Il tattico Santiago Lange ha aggiunto: “Tutto si deciderà qui, in Sardegna, ed è una cosa interessante e bellissima! Siamo davanti, sappiamo che sarà dura perché il livello è davvero molto alto, ma noi siamo preparati e tranquilli, affronteremo queste regate come sempre, navigando ogni giorno al meglio, i ragazzi a bordo sono eccezionali.”
 
Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS: “Azzurra arriva a Porto Cervo per la tappa finale della 52 Super Series da leader della classifica provvisoria. Sappiamo quanto sarà impegnativo resistere agli attacchi degli inseguitori, sono tutti concorrenti di grandissimo spessore. Confido nella grande regolarità di piazzamenti che il team portacolori dello YCCS ha dimostrato nel corso della stagione. So bene quanto impegno sia stato profuso con l’obiettivo di vincere, nulla è stato tralasciato, ringrazio di questo i nostri soci Roemmers e tutto l’equipaggio, lo YCCS tifa per voi!”
 
Il primo segnale di avviso sarà domani, 24 settembre, alle ore 12 per due prove a bastone, mentre mercoledì è in programma la regata costiera su un percorso tra le isole dell’Arcipelago di La Maddalena. Domani, sino a giovedì, è previsto vento di Maestrale fino a 26 nodiche spingerà Azzurra e la flotta della 52 Super Series in adrenaliniche planate al lasco. 


PER LA PRIMA VOLTA A PORTO CERVO - da porto cervo online 01/10/2019 @ 17:50

ONE OCEAN MBA'S CONFERENCE & REGATTA 
PER LA PRIMA VOLTA A PORTO CERVO

Un convegno sulle sfide della sostenibilità e sulla necessità per i 
futuri leader di affrontarle

Porto Cervo, 19 settembre 2019. Al via oggi la 16^ edizione della One Ocean MBA's Conference & Regatta organizzata da SDA Bocconi School of Management e dallo Yacht Club Costa Smeralda con la partnership della Fondazione One Ocean. Per la prima volta nella splendida cornice della Costa Smeralda, circa quattrocento studenti e alumni provenienti dalle Business School più prestigiose al mondo si riuniranno per vivere tre giorni dedicati alla vela e alla sostenibilità ambientale.

Oltre cinquanta i team in rappresentanza delle rispettive Business School che affronteranno due giorni di regate suddivisi in tre categorie. La Open Class vedrà 14 team svolgere due percorsi a bastone giornalieri a bordo delle imbarcazioni J/24 mentre il resto dei partecipanti suddivisi in due classi, Offshore e Cruise, regateranno su percorsi costieri. La Open Class e l'Offshore competeranno per aggiudicarsi l'MBA's Cup Challenge Trophy.

Le Business School che prenderanno parte all'evento sono: Cambridge Judge Business School, Chicago Booth School of Business, Columbia Business School, ESADE Business School, GOETHE Business School, Harvard Business School, HEC, IE, IESE Business School, IMD, INSEAD, London Business School Simon Male, Manchester Business School, MIP School of Management, MIT SLOAN School of Management, SAUDER School of Business, SKOLKOVO Moscow School of Management, TUCK School of Business, WHARTON School of the University of Pennsylvania, YALE School of Management e SDA BOCCONI School of Management.
Gli appuntamenti in mare saranno accompagnati da un ricco programma sociale a terra. Questa sera in calendario il Welcome Cocktail sulla terrazza dello YCCS che aprirà ufficialmente l'evento, domani invece a conclusione delle regate i partecipanti sono attesi in Piazza Azzurra per il Crew Party.

Sabato 21 settembre, la giornata clou con l'attesa conferenza che si svolgerà, a conclusione delle competizioni in mare, presso il Colonna Resort. La Conference, presieduta come di consueto dal Prof. Maurizio Dallocchio, Professore Ordinario di Finanza Aziendale presso l'Università Bocconi e Past Dean della SDA Bocconi School of Management, è stata disegnata congiuntamente da SDA Bocconi e dalla Fondazione One Ocean grazie alla partnership scientifica instaurata tra le due istituzioni. Why future leaders need to face sustainability challenges: questo il titolo dell'evento che avrà come focus principale il confronto con le sfide della sostenibilità che i leader del futuro non possono più rimandare. Alla conferenza, in cui si approfondirà l'impatto dei modelli di sostenibilità e come possano contribuire a rendere il mondo un posto migliore, interverranno relatori di spicco quali: il Presidente di illycaffè, Andrea Illy e, nella veste di Ambassador OOF, l'esploratore Paul Rose e l'artista, fondatrice nel 2013 del Garbage Patch State, Maria Cristina Finucci.

Il Commodoro YCCS, Riccardo Bonadeo, relativamente all'evento ha dichiarato: "Siamo felici di poter ospitare per la prima volta questa regata sotto il cappello della nostra Fondazione One Ocean e di poter rinnovare e approfondire la collaborazione con SDA Bocconi Business School che fin dal principio ha supportato scientificamente il nostro percorso con la One Ocean Foundation. Penso inoltre che non ci sia uno scenario più adatto di quello che la Sardegna ci regala, per riflettere tutti insieme sulle tematiche legate alla sostenibilità e soprattutto alla preservazione dell'ambiente marino. Sono certo che saranno tre giorni intensi in cui nasceranno spunti di riflessione interessanti per i potenziali leader del domani."

Il Dean di SDA Bocconi - Giuseppe Soda - sottolinea come "la vela sia una metafora perfetta del management che permette agli studenti, provenienti dalle principali Business School internazionali, di trarre lezioni importantissime. Inoltre, la partnership tra SDA Bocconi e Fondazione One Ocean mette al centro il valore della sostenibilità che è diventato oggi cruciale per i manager del futuro".

"La MBA's Conference and Regatta - prosegue Federico Pippo docente di Finanza Aziendale e MBA Sport Club Coordinator di SDA Bocconi School of Management - rappresenta un ulteriore tassello di un percorso che unisce lo sport e la ricerca scientifica, iniziato 12 mesi fa insieme alla Fondazione One Ocean. Siamo molto felici della partnership instaurata con la Fondazione e lo YCCS che ci permette di sensibilizzare i nostri studenti MBA, provenienti da tutto il mondo, sulle tematiche della sostenibilità ambientale e della blue economy. 'Making the future the cause of our present' dovrà essere il motto dell'evento, per spingere i futuri leader a costruire una società efficiente e compatibile con la nostra civiltà sotto il profilo ambientale e sociale".

La MBA's Conference & Regatta è una manifestazione velica internazionale nata 16 anni fa su iniziativa del Sailing Club della SDA Bocconi School of Management a cui hanno partecipato fino ad oggi oltre quattromila studenti e alumni del Master in Business administration. L'evento è supportato anche dal main partner Audi che sottolinea ancora una volta la sua vicinanza ai temi di salvaguardia ambientale promossi dalla Fondazione One Ocean e allo YCCS, a cui è legato da una collaborazione di oltre 10 anni.

Porto Cervo, 19 - 23 settembre 201 - da porto cervo online 22/09/2019 @ 20:11


CONCLUSA LA ONE OCEAN MBA'S CONFERENCE AND REGATTA A PORTO CERVO

La conoscenza genera cambiamento, il messaggio della conferenza 
Why future leaders need to face sustainability challenges

Porto Cervo, 22 settembre 2019. Si è conclusa ieri la 16^ edizione della One Ocean MBA's Conference and Regatta per la prima volta svoltasi a Porto Cervo. La manifestazione è stata organizzata da SDA Bocconi School of Management e dallo Yacht Club Costa Smeralda con la partnership della Fondazione One Ocean e ha visto circa 400 studenti delle Business School più prestigiose a livello internazionale ritrovarsi in Sardegna per tre giorni dedicati allo sport e ai temi della sostenibilità ambientale.

Il programma sportivo ha visto i 51 team affrontare nella giornata di venerdì, 20 settembre, regate costiere per le classi Offshore e Cruise e prove tra le boe per l'Open Class, composta da 14 equipaggi a bordo delle imbarcazioni J/24. Nella giornata di ieri, sabato 21 settembre, il forte vento di Scirocco che ha soffiato con oltre 20 nodi di intensità ha impedito lo svolgimento delle prove in programma.

Al vertice della classifica generale nella Open Class si trova, con due primi parziali, la MIP School of Management seguita dalla statunitense MIT SLOAN School of Management e Moscow School of Management SKOLKOVO, rispettivamente secondo e terzo classificato. Tra gli Offshore prima classificata la Harvard Business School davanti alla Rotterdam School of Management e Chicago Booth School of Business. Nella divisione più numerosa, la Cruise, intasca la vittoria il team della MIP School of Management, secondo posto per SDA BOCCONI School of Management e terzo SKOLKOVO Moscow School of Management. Si aggiudicano così l'MBA's Cup Challenge Trophy i team della la MIP School of Management (Open Class) e della Harvard Business School (Offshore division). Nella giornata conclusiva di ieri si è svolta presso il Colonna Resort la Conferenza - disegnata congiuntamente da SDA Bocconi e dalla Fondazione One Ocean (OOF) grazie alla partnership scientifica instaurata tra le due istituzioni - dal titolo Why future leaders need to face sustainability challenges. Relativamente a questo tema sono intervenuti Andrea Illy, Presidente di illycaffè, e gli ambassador OOF l'esploratore Paul Rose e l'artista Maria Cristina Finucci, fondatrice nel 2013 del Garbage Patch State, moderati dal Prof. Maurizio Dallocchio, Professore Ordinario di Finanza Aziendale presso l'Università Bocconi e Past Dean della SDA Bocconi School of Management. A rappresentare la SDA Bocconi School of Management il Dean Giuseppe Soda e Federico Pippo docente di Finanza Aziendale e MBA Sport Club Coordinator di SDA Bocconi School of Management seguito dal Commodoro dello YCCS e Vice Presidente esecutivo OOF, Riccardo Bonadeo e da Jan Pachner, Segretario Generale YCCS e OOF.

Giuseppe Soda, Dean di SDA Bocconi, ha dichiarato: "Penso che questo evento rappresenti un'ottima esperienza di apprendimento perché consente di fare networking tra giovani provenienti dalle migliori Business School sparse in tutto il mondo. Molti dei presenti probabilmente un domani si ritroveranno a ricoprire incarichi di comando e avranno la responsabilità di compiere delle scelte che siano orientate alla sostenibilità ambientale. Dobbiamo ricordarci che 'There is no Planet B' e credo fortemente che manifestazioni come la One Ocean MBA's Conference and Regatta possano ispirare nel futuro la vostra vita privata e professionale guidandovi verso scelte consapevoli e sostenibili."

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS e Vice Presidente della Fondazione One Ocean: "Mi congratulo innanzitutto con i vincitori di questa manifestazione e in generale con tutti i partecipanti sperando che abbiate gradito dell'ospitalità dello YCCS. Ritengo che la location di quest'evento, per la prima volta in Costa Smeralda, testimoni l'importanza della nostra mission ricordandoci quanto sia fondamentale promuovere una cultura della sostenibilità ambientale. Non c'è inoltre migliore audience se non quella rappresentata dai presenti a questo evento, potenziali futuri leader del domani. Ringrazio la SDA Bocconi Business School che dal principio ci ha affiancato nel percorso intrapreso con la Fondazione One Ocean, a partire dal Forum organizzato nel 2017, e ci ha visto ora insieme per sensibilizzare le nuove generazioni circa l'urgenza di affrontare la tutela del nostro pianeta."A seguito dei saluti istituzionali, la Conferenza è entrata nel vivo prima con l'intervento di Maria Cristina Finucci che, parlando della sua esperienza professionale e delle varie opere realizzate - tra cui la recente installazione HELP - ha sottolineato quanto comunicare attraverso le emozioni sia fondamentale per sollecitare la coscienza di ognuno in questo caso riguardo l'inquinamento ambientale. 

Paul Rose, esploratore e volto iconico del National Geographic, ha poi raccontato alla platea della scoperta della sua passione verso la natura e di come questa si sia trasformata nella sua professione a supporto della comunità scientifica. "Quando ero un bambino ero convinto che il mare potesse lavare via qualsiasi cosa, come una sorta di magia" ha detto riferendosi al fatto che in passato il tema dell'inquinamento marino era percepito in maniera completamente differente. Tuttavia ha aggiunto: "Oggi siamo più o meno tutti coscienti dei danni causati dall'inquinamento ambientale, ogni giorno sentiamo parlare di disastri ambientali e abbiamo raggiunto un'elevata consapevolezza sul tema. Tanti cambiamenti sono stati introdotti come per esempio la lotta alla pesca illegale o la costituzione delle aree marine protette. Personalmente ho una visione ottimistica e credo che tutti i cambiamenti introdotti a tutela della natura consentano alle future generazioni di avere una visione innovativa e non old-fashioned in merito a certe tematiche, visione che poi li orienterà nelle scelte strategiche da compiere."

Andrea Illy, Presidente di illycaffè, ha concluso gli interventi presentando il progetto aziendale "Virtuosagricoltura" che si pone come scopo ridurre le emissioni di carbonio. "L'obiettivo di questo progetto è quello di rendere l'azienda completamente carbon free. I prossimi step prevedono entro il 2020 lo sviluppo di questo programma di ricerca per renderlo poi operativo nel 2021. Stiamo giocando con le risorse che il pianeta ci ha messo a disposizione ed è arrivato il momento di cercare delle soluzioni all'avanguardia che ci consentano di ottenere prodotti salutari sia per i consumatori che per la natura."

"La conoscenza genera cambiamento" questa la frase utilizzata dal moderatore della conferenza, Prof. Maurizio Dallocchio, per chiudere gli interventi sottolineando il ruolo centrale che svolge la diffusione delle informazioni nelle decisioni, in questo caso legate al campo della sostenibilità ambientale.

La MBA's Conference & Regatta è una manifestazione velica internazionale nata 16 anni fa su iniziativa del Sailing Club della SDA Bocconi School of Management a cui hanno partecipato fino a oggi oltre quattromila studenti e alumni del Master in Business administration. L'evento è supportato anche dal main partner Audi che sottolinea ancora una volta la sua vicinanza ai temi di salvaguardia ambientale promossi dalla Fondazione One Ocean e allo YCCS, a cui è legato da una collaborazione di oltre 10 anni. In questa edizione della manifestazione è presente anche SLAM in qualità di Technical Partner.

All'evento hanno partecipato 26 Business School: Cambridge Judge Business School, Chicago Booth School of Business, Columbia Business School, Cornell Johnson Graduate School of Management, Cranfield School of Management, ESADE Business School, GOETHE Business School, Harvard Business School, HEC, HKUST Business School, IE Business School, IESE Business School, INSEAD, KELLOGG - WHU, London Business School, Manchester Business School, MIP School of Management, MIT SLOAN School of Management, Rotterdam School of Management, SAUDER School of Business, SKOLKOVO Moscow School of Management, TUCK School of Business, Warwick Business School, WHARTON School of the University of Pennsylvania, YALE School of Management, SDA BOCCONI School of Management.

Il prossimo evento sportivo dello YCCS è l'Audi 52 Super Series Sailing Week in programma dal 23 al 28 settembre che chiuderà la stagione di regate in Costa Smeralda.


Porto Cervo DANIELE NANNI ALLA MINI TRANSAT 2019 A BORDO DI ITA 659 AUDI E-TRON - da porto cervo online 17/09/2019 @ 10:31

IL SOCIO SPORTIVO YCCS  E TESTIMONIAL OOF DANIELE NANNI 
ALLA MINI TRANSAT 2019 A BORDO DI ITA 659 AUDI E-TRON 

Porto Cervo, 16 settembre 2019. Manca una settimana alla partenza della 22^ edizione della Mini-Transat, regata oceanica in solitario su barche della classe Mini 6.50, cui prenderà parte il socio sportivo YCCS Daniele Nanni a bordo della sua ITA 659 Audi e-tron. Daniele regaterà in veste di Testimonial della One Ocean Foundation ed è supportato da Audi, fin dall'inizio a fianco della Fondazione nei vari progetti intrapresi per una maggiore consapevolezza ambientale.

La Mini-Transat, svoltasi per la prima volta nel 1977, prevede 4050 miglia di percorso suddivise in due tappe. La prima tappa vede i ministi in partenza da La Rochelle fino a Las Palmas (Canarie) lungo una rotta di 1350 miglia. Restano altre 2700 miglia da compiere per la seconda e più lunga tappa, da Las Palmas fino a Le Marin, in Martinica, per un totale di circa 30-35 giorni di navigazione. La classifica è distinta in due divisioni: i "Proto", Mini 6.50 costruiti con tecnologie e materiali più avanzati e sperimentali e le imbarcazioni di "Serie", sempre della stessa classe ma realizzate con caratteristiche simili e meno sperimentali, tra cui rientra quella di Nanni. La vittoria sarà assegnata all'imbarcazione con il miglior tempo ottenuto dalla somma delle due tappe.
Per essere ammesso alla partenza, Daniele ha dovuto affrontare una serie di prove di qualificazione, tra cui 1500 miglia di navigazione in solitario e 1000 miglia in regata. La comunicazione ufficiale relativa alla conferma della sua partecipazione alla Mini-Transat 2019 è arrivata qualche settimana fa da parte della Classe Mini 6.50.

Il 22 settembre Daniele partirà alla volta di una regata in solitario piuttosto dura, nota per mettere alla prova tutti i partecipanti che in questa edizione hanno raggiunto quota novanta. Durante la traversata non è previsto l'ausilio di strumentazione cartografica elettronica e GPS satellitari, le informazioni sul meteo e sulla classifica saranno veicolate per tutti dall'organizzazione soltanto via radio. Anche il sonno sarà un fattore fondamentale da gestire, normalmente in regate del genere si dorme non più di venti minuti per volta, affidando al pilota automatico il timone per mantenere l'imbarcazione in rotta.

Gli ultimi due mesi sono stati molto intensi e nell'ultima regata affrontata, la Transgascogne, Daniele ha potuto completare la messa a punto della barca e testare le nuove vele fornite dal Technical Partner dello YCCS, Quantum Sails.
"Sono veramente entusiasta di poter partecipare alla Mini-Transat 2019. È stato un percorso lungo e laborioso, nel quale ho imparato a conoscere la barca e me stesso compresi i miei limiti, la cui conoscenza risulta fondamentale per studiare una preparazione ad hoc. Sono riuscito a completare il percorso di qualifica in poco più di un anno e mezzo, una tempistica relativamente ristretta perché tutti i "neofiti" abitualmente si avvicinano alla Mini-Transat nei 3/4 anni precedenti. Sono orgoglioso di regatare per il guidone dello YCCS e farmi portavoce dei principi sulla tutela del mare sostenuti dalla Fondazione One Ocean. Cercherò di fare del mio meglio!" Queste le parole di Daniele Nanni che sta completando gli ultimi preparativi in vista della partenza.

Lo YCCS e la Fondazione One Ocean supportano l'impresa umana e sportiva che Daniele Nanni sostenerrà insieme ad Audi, partner istituzionale dello YCCS da ormai oltre 10 anni a cui è legato da una filosofia comune in cui eccellenza, consapevolezza ambientale e innovazione danno vita a iniziative congiunte. 


StartPrecedente [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ] 10 Pagine successiveSuccessivoFine
 
Speciali Porto Cervo

  AZIENDE-PULS.jpg

spiagge-attrezzate-porto-cervo.JPG

Calendario Regate


sagre-festa.jpg




Meteo

Cagliari

Sassari
Oristano  Nuoro

Webmaster
Scrivi a porto cervo online  Webmaster
Aggiungi ai preferiti  Preferiti
Segnala questo sito ad un amico  Segnala
Mobile   Mobile
Vacanze in Sardegna?
- Archeologia Arzachena Costa Smeralda - Polo Discoteche e Locali Eventi Porto Cervo Immobiliare Isole nell'isola La Sartiglia Poltu Quatu Porti e approdi Porto Cervo Porto Rotondo Sagre e Feste Spiaggie Traghetti Windsurf
Ricerca




News dagli amici



  Powered by GuppY v4.5.18 © 2004-2005 ~ Distribuito da FreeGuppy.it

Pagina caricata in 7.86 secondi